Area Gestionale

avviso indizione gara procedura aperta  ai sensi  del D.Lgs. n. 50 del 18 aprile 2016 per l’affidamento servizio di lavaggio e lavanderia per il periodo 1.10.2018/30.9.2021  così suddiviso

  • SERVIZIO DI NOLEGGIO E LAVAGGIO BIANCHERIA PIANA E SERVIZI COMPLEMENTARI
  • SERVIZIO DI NOLEGGIO E LAVAGGIO DIVISE DEL PERSONALE
  • SERVIZIO DI LAVAGGIO, STIRATURA E MANUTENZIONE DEGLI INDUMENTI PERSONALI  DEGLI OSPITI

 

per informazioni rivolgersi all’U.O. Affari Generali e Legali tel. 0371/403213 – dott.ssa Ilaria Soresini- e.mail: segreteria@fondazione-santachiara-lodi.it

 CHIARIMENTI

  1. Il limite delle 10 facciate è da intendersi per l’intera offerta tecnica; non rientrano nel computo delle facciate i depliants, le schede tecniche e simili
  2. È possibile presentare un unico campione solo qualora il prodotto offerto risulti identico nelle varie tipologie di figure professionali (es. pantaloni bianchi divisa) Per quanto riguarda la campionatura delle figure professionali che utilizzano il camice bianco differenziabili per la bordatura della scollatura colorata, è possibile presentare un campione di camice con la fascia di un determinato colore a scelta tra quelli indicati, per gli altri camici con bordature colorate   è sufficiente campionare gli altri colori richiesti su stoffa.
  3. All.1 dotazione biancheria piana tabella dotazione biancheria piana pg 20 : per quanto riguarda il noleggio ed il lavaggio dei plaid, si specificano le caratteristiche tecniche del plaid – Plaid ignifugo, con omologazione ministeriale. – Pesantezza: circa 350 gr/mq (media) – Composizione: 60% lana, 40% modacrilico. – Tessuto: ignifugo, con omologazione ministeriale. – Misura: cm. 105×150 circa. – colori: Tinta unita (colore e tipologia da scegliere e concordare se verrà presentata una gamma varia) – rifinitura bordo nastro felpatino o similare
  4. All.3 tipologie e caratteristiche merceologiche biancheria piana pg 21 : per quanto Sacchi in tela, trattasi di refuso
  5. All.3 tipologie e caratteristiche merceologiche biancheria piana pg 23 scheda tecnica n. 13 – coperte lana ignifuga Percentuale minima lana 30%
  6. All.3 tipologie e caratteristiche merceologiche biancheria piana articoli scheda tecnica n. 7,8,9:
  7. tipologia spugna cotone 100 % – è possibile offrire una spugna di peso superiore ai 240 gr/mq.
  8. All. 2 parte del servizio 2 caratteristiche tecniche per qualifica, per qualifiche di ASA RSA, Educatore e Parrucchiere per bordatura dello stesso colore del camice si intende un pezzo intero con il collo dello stesso colore del camice
  9. Questa Fondazione tenuto conto della necessità organizzativa di rispettare i termini di regolare decorrenza dell’appalto, ritiene di non poter accogliere la richiesta di proroga dei termini di presentazione delle offerte per la gara in argomento.
  10. Si specificano ad integrazione delle tabelle allegate alla parte del servizio n. 2  le seguenti dotazioni:
    • Guardia Medica – Solo Camice (dotazione n. 2 – frequenza 1/settimana)
    • Educatore e Operatore Servizio civile – vestizione complete anche di t-shirt o polo per il periodo estivo (dotazione n. 5- frequenza 4/settimana)
    • Parrucchiere e Asa di Supporto – vestizione completa anche di t-shirt per il periodo estivo  ( dotazione n.  5- frequenza 4/settimana)

avviso indizione procedura per affidamento servizio parrucchiere/ barberia – lotto n. 3 –

avviso 2018 procedura servizio lotto 3parrucchiere barberia lotto n. 3

per informazioni rivolgersi all’U.O. Affari Generali e Legali tel. 0371/403213 – dott.ssa Ilaria Soresini

ESITO

Foà Daniela  assegnazione lotto n. 3

avviso indizione procedura per affidamento servizio parrucchiere – lotti n. 1 e 2 –

avviso 2018 procedura lotto n. 1 e 2 servizio parrucchiere

per informazioni rivolgersi all’U.O. Affari Generali e Legali tel. 0371/403213 – dott.ssa Ilaria Soresini

ESITO

Visigalli Chiara assegnazione lotto n. 1

Dossena Lorena assegnazione  lotto n. 2

 

gara – procedura per l’affidamento del servizio di noleggio e manutenzione dei materassi antidecubito – periodo 1.1.2018-31.12.2020

Per le ditte che hanno manifestato il proprio interesse e che sono state successivamente invitate il termine per la richiesta di chiarimenti è fissato per il giorno 18/12/2017 ore 12.00

01avviso indizione procedura affidamento noleggio presidi antidecubito 2018.2020

esito gara

ESITO GARA PUNTEGGIO

TECNICO

PUNTEGGIO ECONOMICO PUNTEGGIO FINALE
ARJOHUNTLEIGHT SPA  

69,80

 

22,76

 

92,76

MEDICAIR SRL  

69,67

 

30,00

 

99,87

MEDI-H-ART SRL

 

 

69,27

 

24,18

 

93,65

l’offerta economicamente più vantaggiosa risulta quella formulata dalla ditta Ditta MedicAir Srl – via T. Tasso n. 29 – Pogliano Milanese (MI)
per l’importo triennale (escluso IVA e Oneri) indicato nell’offerta economica pari a €. 58.350,00

Avviso di indizione gara – procedura per l’affidamento del servizio in outsourcing di gestione informatica del trattamento giuridico ed economico del personale, di elaborazione stipendiale, di rilevazione presenze e software gestione turni

ESITO GARA

Ditta Partecipante Offerta tecnica punteggio base Offerta tecnica

Punteggio riparametrato

Offerta economica

Punti

Punteggio totale
INFOLINE s.R.L.

– Via Emilia 72- Loc. Castelguelfo

43010 Fontevivo (PR)

60,63 70  

30

Ribasso 45,65 %

100

 

La produzione degli attestati di espletamento dei servizi precedenti non è vincolante al fine della manifestazione di interesse . Tali certificati  a  comprova delle autocertificazioni prodotte saranno richieste in fase successiva

avviso indizione gara gestione informatica tratt. economico del personale .gestione turni e rilev.presenze 2018.2021

disciplinare gara gestione informatica tratt.economico del personale .gestione turni e rilev. presenze 2018.2021

 

 

 

Avviso pubblico di indizione gara per lo svolgimento di indagine di mercato finalizzata all’affidamento della fornitura di arredi per  la sala conferenze

ESITO GARA

ESITO GARA PUNTEGGIO TECNICO ATTRIBUITO PUNTEGGIO

TECNICO RIPARAMETRATO

PUNTEGGIO ECONOMICO

 

OFFERTA ECONOMICA PUNTEGGIO FINALE
Galli Mobili Snc 45,33  

70,00

 

30,00

15.601,05 €.  

100,00

Arredamenti per ufficio VAMM PUGLIA Srl

 

31,00  

47,87

 

24,17

19.364,40  

72,04

avviso indagine di mercato gara arredi sala conferenze 2017

Capitolato arredi A

Computo metrico arredi

E17b – Sala Conferenze PROGETTO – Copia

MODULO OFFERTA ECONOMICA

Procedura aperta per l’affidamento del servizio di reperimento, formazione e somministrazione a tempo determinato di figure professionali A.S.A. Periodo 1.7.2017-30/06/2020

01disciplinare gara somministrazione lavoro 2017

02capitolato gara somministrazione lavoro 2017  

ESITO GARA- GRADUATORIA FINALE

ESITO GARA PUNTEGGIO TECNICO ATTRIBUITO PUNTEGGIO

TECNICO RIPARAMETRATO

PUNTEGGIO ECONOMICO

 

MOLTIPLI

CATORE OFFERTO

PUNTEGGIO FINALE
MANPOWER S.R.L. 22,55 30,00 65,72 1,0562  95,72
OASI LAVORO SPA 23,94 23,94 70,00 1,12500  93,94
RANSTAD ITALIA SPA  21,08 21,08 37,83 1,090  88,91
TEMPOR  SOLUZIONI   LAVORO 13,40 Punteggio attribuito inferiore alla soglia minima Ditta non ammessa all’apertura dell’offerta economica

 CHIARIMENTI

  • Alle sedute pubbliche possono presenziare anche soggetti muniti di specifica delega loro conferita dai legali rappresentanti delle ditte offerenti
  • L’importo della cauzione provvisoria (pari all’uno per cento dell’importo a base di gara inclusi gli oneri per la sicurezza) deve essere pari ad € 4.365,66 e non pari ad € 4.322,46. Si specifica che verranno comunque accettate anche le garanzie pari o superiori a €. 4.322,46.
  • La domanda  di ammissione alla gara è ricompresa nella prima pagina del fac simile “Allegato A – Dichiarazione sostitutiva”
  • Le dichiarazioni previste agli art. 16.A.2., 16.A.4., 16.A.6 del disciplinare di gara  vengono rese attraverso la presentazione del “Allegato A – Dichiarazione sostitutiva”
  • L’elenco richiesto all’art. 16.A.3)  del Disciplinare Indicazione dei dati identificativi (nome, cognome, luogo e data di nascita, qualifica) del titolare dell’impresa individuale, ovvero di tutti i soci in nome collettivo, ovvero di tutti i soci accomandatari, nel caso di società in accomandita semplice, nonché di tutti gli amministratori muniti di potere di rappresentanza, di tutti i direttori tecnici, gli institori e i procuratori speciali muniti di potere di rappresentanza e titolari di poteri gestori e continuativi”,  da allegare, unitamente alla dichiarazione relativa alla regolarità con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla legge 12 marzo 1999, n. 68, al Vs. fac-simile “Allegato A – Dichiarazione sostitutiva”) deve ricomprendere, oltre ai soggetti succitati, anche gli altri soggetti in carica previsti dall’art. 80 comma 1, 2 e 5 lett. l) dal D. Lgs. n. 50/2016.
  • Il legale rappresentante possa dichiarare, così come più volte ribadito da dottrina e giurisprudenza, l’insussistenza delle cause di esclusione, di cui all’art. 80 comma 1, 2 e 5 lett. l) del D. Lgs. n. 50/2016, in relazione alla propria posizione e in relazione alla posizione di tutti i soggetti che ricoprono le cariche di cui all’art. 80 comma 3 del D. Lgs. n. 50/2016 della cui situazione giuridica dichiara di essere a conoscenza ai sensi dell’art. 47, comma 2 del d.P.R. n. 445 del 2000, assumendosene le relative responsabilità.
  • Relativamente al requisito di cui all’art. 15 lettera B  punto b. del Disciplinare di gara (numero di dipendenti alla data del 31/12/2016 non inferiore alle 20 unità (di cui almeno 9 con profilo professionale di ASA) si conferma che per dipendenti si intendano oltre ai dipendenti di struttura dell’agenzia, anche il lavoratori somministrati in capo all’agenzia alla data del 31.12.2016
  • Articolo 3 CSA: si precisa che le disposizioni citate si riferiscono ai dipendenti diretti dell’agenzia impiegati nella gestione del servizio;
  • Articolo 4 CSA: come specificato in detto articolo, il servizio prestato è di pubblica utilità, pertanto devono comunque essere garantiti i servizi minimi essenziali previsti dalla vigente normativa; tale limitazione del diritto di sciopero deve pertanto considerarsi estesa anche ai lavoratori somministrati, fermo restando che non si farà ricorso alla somministrazione per sostituire lavoratori in sciopero;
  • Articolo 5 CSA: quanto previsto al punto 10 di detto articolo non appare in alcun modo in contrasto con i contenuti del D.Lgs. 81/2015;
  • Artt. 10, 13, 21: si precisa che nell’esecuzione del contratto trova applicazione, per i lavoratori somministrati, quanto stabilito dall’art. 35, comma 4 del D.Lgs. 81/2015, mentre il somministratore è direttamente tenuto all’osservanza degli obblighi ivi descritti nei confronti dei lavoratori dipendenti diretti dell’agenzia.
  • Articolo 3 punto 12 CSA: si precisa che le calzature come da D.Lgs. 81/2008 sono a carico della Fondazione;
  • Articolo 10 punto 7 CSA: si conferma che la formazione sui rischi specifici ai sensi del D.lgs. 81/2008 art. 34 comma 3 e art. 35 comma 4 è in capo all’utilizzatore, datore sostanziale del lavoratore mentre all’Agenzia compete la formazione relativa ai rischi in generale
  • art. 10 co. 7: Si conferma che la formazione sui rischi specifici ai sensi del D.lgs. 81/2008 art. 34 comma 3 e art. 35 comma 4 è in capo all’utilizzatore, datore sostanziale del lavoratore mentre all’Agenzia compete la formazione relativa ai rischi in generale;
  • Art. 8 CSA punto 1.B si conferma che l’effettuazione delle visite mediche di idoneità alla mansione ricade in capo al medico competente della Fondazione
  • art. 2, comma 3 del Capitolato Speciale d’Appalto (“Durata del Contratto – periodo di prova”), si conferma che in caso di risoluzione del contratto, vengano fatti salvi dalla stazione appaltante a mezzo della sottoscrizione del contratto di somministrazione, gli impegni assunti con i lavoratori somministrati fino alla naturale scadenza prevista dai singoli contratti di lavoro.
  • art. 23 CSA, in caso di subentro si conferma che vengono fatti salvi dalla stazione appaltante a mezzo della sottoscrizione del contratto di somministrazione, gli impegni assunti con i lavoratori somministrati fino alla naturale scadenza prevista dai singoli contratti di lavoro
  • art. 9.2 del Capitolato Speciale d’Appalto (“Clausola di gradimento e sostituzioni”), superato il periodo di prova, gli obblighi derivanti dal contratto di lavoro si confermano per entrambe le parti.
  • La responsabilità di cui all’art. 3 co. 11 del CSA è da riferirsi ai dipendenti diretti dell’Agenzia aggiudicataria e non al personale somministrato.
  • art. 14 CSA (costo orario) percentuale INPS:  in sede di esecuzione del contratto, verranno riconosciute le aliquote previste dalla normativa al momento vigente, anche nel caso in cui dette aliquote dovessero variare nel tempo.
  • Offerta economica: Il moltiplicatore offerto in sede di gara si applicherà ai costi indicati nel modello di offerta economica. Il moltiplicatore è espresso in valore assoluto ed il mark up conseguente in percentuale
  • STRAORDINARI FERIE E FESTIVITA’: Si conferma che all’art. 3.14 punto A2 del Capitolato le percentuali indicate devono essere applicate al costo orario ordinario, sommandole.
  • FESTIVITA’: Si conferma che le festività godute e non godute dovranno essere retribuite al lavoratore da parte dell’Agenzia per il Lavoro aggiudicataria con conseguente fatturazione di tali importi, pertanto è riconosciuta la relativa maggiorazione oraria direttamente nella chiusura dei cartellini.
  • VALIDITA’ DI GRADUATORIA : L’art. 25 Csa recita: “In caso di decadenza dell’aggiudicazione o risoluzione del contratto, l’Amministrazione si riserva la facoltà di aggiudicare la gara al concorrente che segue il primo nella graduatoria approvata con il provvedimento di aggiudicazione definitiva, alle medesime condizioni proposte in sede di gara. La graduatoria sarà considerata valida sino alla scadenza naturale delle prestazioni oggetto dell’appalto. Nel caso in cui l’Amministrazione dovesse avere necessità di scorrere la stessa oltre i termini di validità dell’offerta economica (180 giorni), il concorrente contattato dall’Amministrazione avrà facoltà di accettare o meno la proposta contrattuale. In conformità a quanto disposto dall’art. 110 del D.Lgs. n. 50/16, l’Amministrazioine si riserva la facoltà, in caso di fallimento, di liquidazione coatta e concordato preventivo, ovvero procedura di insolvenza concorsuale o di liquidazione dell’appaltatore, o di risoluzione del contratto ai sensi dell’art. 108 del D.Lgs. n. 50/16 ovvero di recesso dal contratto ai sensi dell’art. 88, c. 4-ter, del D.Lgs. 6 settembre 2011, n. 159, ovvero in caso di dichiarazione giudiziale di inefficacia del contratto, di interpellare progressivamente gli operatori economici che hanno partecipato all’originaria procedura di gara, risultanti dalla relativa graduatoria, al fine di stipulare un nuovo contratto per l’affidamento del completamento dell’appalto. L’Amministrazione provvederà ad interpellare l’operatore economico a partire da quello che ha formulato la prima migliore offerta; l’affidamento verrà effettuato alle medesime condizioni già proposte dall’originario aggiudicatario in sede in offerta.”, ferma restando la facoltà dell’operatore di accettare o rifiutare.
  • DURC: si conferma che il DURC deve essere trasmesso con cadenza quadrimestrale.
  • L’art.. 13 “ Applicazione Delle Norme Sulla Sicurezza Sul Lavoro” prevede al co.6 “L’agenzia garantisce l’idoneità lavorativa del proprio personale, avuto riguardo all’attività oggetto dell’appalto in relazione alle modalità di svolgimento della stessa e dei rischi specifici connessi; è tenuto a monitorare e ad effettuare la sorveglianza sanitaria dandone riscontro alla fondazione se richiesto. La Fondazione è disponibile a effettuare la visita tramite il proprio medico competente e ad effettuare l’esecuzione dei relativi esami del sangue”. Inoltre l’art. 3 del CsA non contempla i costi delle visite mediche all’interno del corrispettivo, a riconferma che la verifica dell’idoneità alla mansione ricade in capo al medico competente dell’Utilizzatore. Pertanto il punto relativo alle visite del medico competente inserito nell’art. 16 del disciplinare è un refuso.
    • L’art. 13 del CsA “Applicazione Delle Norme Sulla Sicurezza Sul Lavoro” non richiede la presentazione del DUVRI , pertanto l’indicazione del Disciplinare all’art. 26 punto f)   è un refuso
    • Art. 1 CsA punto 3 Si riconferma che la verifica dell’idoneità alla mansione ricade in capo al medico competente dell’Utilizzatore
    • Art. 3 CsA punto 9 Vengono riconosciute all’agenzia le ore effettivamente lavorate
    • Art. 8 CsA punto 1.B si conferma che l’effettuazione delle visite mediche di idoneità alla mansione ricade in capo alla Fondazione
    • Art. 13 CsA co. 1 e 6 – si conferma che sarà la Fondazione a garantire tutte le condizioni di lavoro connesse con la salute e la sicurezza dei lavoratori ed a rilasciare i documenti relativi ai lavoratori, così come ad effettuare e monitorare la sorveglianza sanitaria.
    • CALCOLO DELLA RETRIBUZIONE – art. 3 punto 14 CsA – alla voce Totale retribuzione oraria lorda per entrambe le tabelle 11.43 €uro (l’indicazione 11.46 €uro della prima tabella è un errore di battitura)
    • SCIOPERO Articolo 4 CSA: come specificato in detto articolo, il servizio prestato è di pubblica utilità, pertanto devono comunque essere garantiti i servizi minimi essenziali previsti dalla vigente normativa; tale limitazione del diritto di sciopero deve pertanto considerarsi estesa anche ai lavoratori somministrati, fermo restando che non si farà ricorso alla somministrazione per sostituire lavoratori in sciopero
    • Articolo 10 punto 7 CSA: si conferma che la formazione sui rischi specifici ai sensi del D.lgs. 81/2008 art. 34 comma 3 e art. 35 comma 4 è in capo all’utilizzatore, datore sostanziale del lavoratore mentre all’Agenzia compete la formazione relativa ai rischi in generale.
    • SOSTITUZIONE In riferimento alla richiesta di sostituzione del personale prevista dall’art. 10, punto k, del Capitolato, l’articolo si riferisce all’inserimento dei nuovo personale

 

Avviso pubblico di indizione gara per lo svolgimento di indagine di mercato finalizzata all’affidamento dei lavori per la realizzazione dell’impianto di condizionamento con ricambio d’aria all’interno della sala conferenze.

ESITO DI GARA- GRADUATORIA

DITTA OFFERENTE RIBASSO PERCENTUALE
1 ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA DI IORIO GIUSEPPE 36,360
2 IMENCO SRL 26,800
3 CAMPESI IMPIANTI SRL 25,910
4 S.T.C. ENGINEERING SRL 23,760
5 MASTERGROUP SRL 19,900
6 ELCOTEM IMPIANTI SRL 19,710
7 IMPIANTI OPERE EDILI I.M.E.E. SRL 18,535
8 T.V.B. S.R.L.S. 15,750
9 ITAL CO EL SRL 15,550
10 RICAM SRL 12,850
11 RGR ELETTRA SRL 10,346
12 TERMOIDRAULICA CARLOMAGNO RITO 6,870
13 IDROCLIMA IMPIANTI     SRL 5,750
14 AGAZZI SRL 5,650
15 R.V.M.IMPIANTI SRL 5,250
Con la presente pubblicazione si considerano automaticamente svincolatele cauzioni provvisorie presentate dalle ditte offerenti al fine della partecipazione alla gara

graduatoria condizionamento sala conferenze 2017

 

avviso indagine mercato gara condizionamento 2017

Allegato A capitolato tecnico

Allegato B Computo metrico condizionamento

Allegato C relazione tecnica

Allegato D -Disegni condizionamento

Allegato E 17b – Sala Conferenze PROGETTO

CHIARIMENTI

  1. In caso di sottoscrizione digitale della polizza fidejussoria è necessario includere nella documentazione di gara il supporto informatico contenente la stessa.
  2. Relativamente all’ipotesi di subappalto, trattandosi di appalto sotto soglia, non deve essere indicata la terna di subappaltatori bensì dovrà essere indicata la specifica ditta cui verrà affidato il subappalto. Il subappaltatore dovrà autocertificare l’assenza delle cause di esclusione dell’art. 80 del D.Lgs. 50/2016.

 

Gara per la fornitura di derrate alimentari  per il servizio di ristorazione -periodo 1.6.2017-31.5.2020

ESITO GARA

ESITO GARA PUNTEGGIO

TECNICO

PUNTEGGIO ECONOMICO PUNTEGGIO FINALE
 

OPPI INDUSTRIA ALIMENTARE

 

31,87

 

60

 

            91,87

 

PELLEGRINI SPA IN ATI COSTUTUENDO CON RANSTAD ITALIA SPA

 

40

 

43,48

 

           83,48

gazzetta europea esito gara derrate 2017

01BANDO derrate 2017-OJS061-114870-it

02DISCIPLINARE derrate 2017.2020

03 allegati A.A1 elenco prodotti

04CAPITOLATO derrate 2017.2020

05 allegato B capitolato caratteristiche prodotti

06 Disciplinare allegati Ae B word

03  Allegato A elenco prodotti formato compilabile CAPITOLATO SPECIALE GENERI ALIMENTARI 2017

03 ALLEGATO A1FRUTTA VERDURA FRESCA  formato compilabile 2017

CHIARIMENTI

  1. Le ditte concorrenti dovranno formulare offerta di ribasso percentuale unico che verrà applicato all’importo a base di gara. Tale ribasso verrà automaticamente applicato a tutti i prezzi unitari contenuti nell’ “Elenco Prodotti” allegato (Allegato A) al presente Capitolato Speciale d’Appalto. Limitatamente alla fornitura di frutta e verdura fresche, la predetta percentuale di sconto verrà applicata sul prezzo prevalente riportato dal “Bollettino prezzi del Mercato Ortofrutticolo di Milano” per la giornata in cui avverrà la fornitura o, in mancanza di rilevazioni, per quella immediatamente precedente. Non saranno ammesse offerte in aumento. Analogamente, qualora fosse necessario introdurre nuovi prodotti non elencati nel citato “Allegato A”, si farà riferimento ai prezzi derivanti dai listini camerali, se disponibili, o ai prezzi medi di mercato, ai quali verrà applicata la medesima percentuale di sconto offerta in sede di gara. Nella documentazione di gara si sono inseriti comunque i listini prezzi di frutta e verdura al fine di calcolare una definita base d’asta e una definita offerta economica da parte delle ditte offerenti.
  2. In caso di ATI il sopralluogo può essere effettuato dalla sola capogruppo
  3. Relativamente ai limiti microbiologici indicati per le derrate, si farà riferimento al D.Lgs. 6 novembre 2007 n. 193 in attuazione della Diretiva 2004/41/CE relativa ai controlli in materia di sicurezza alimentare e applicazione dei regolamenti comunitari nel medesimo settore e alla ulteriore successiva normativa vigente,  poiché alcune delle leggi indicate sono state abrogate, ad esempio DL 69/93, DPR 54/97 DPR 54/97 abrogato dall’art. 3, D.Lgs. 193/2007, ad eccezione degli articoli 19, 26 e dell’allegato C, capitolo I, lettera A, punti 4 e 7, DPR 227/92 abrogato dall’art. 14 del Decreto del Presidente della Repubblica 3 agosto 1998 n. 309 Regolamento recante norme di attuazione della Dir. 94/65/CE, relativa ai requisiti applicabili all’immissione sul mercato di carni macinate e di preparazioni di carni.
  4. Relativamente ai prodotti ittici surgelati, occorre fare riferimento alla glassatura inserita nell’elenco prodotti in cui sono più dettagliatamente indicate anche le specifiche percentuali – es. 15% (tranci verdesca), 20% (tranci salmone), 30% (filetti halibut) -.
  5. Il prezzo è da considerarsi al netto della glassatura in quanto la glassatura ai sensi dell’art. 16 del D.Lgs. 109/92, così come modificato dal D. Lgs. 181/2003, è considerata tara.
  6. relativamente al Punto III.2.3 del bando capacità tecnica che rimanda al disciplinare – Disciplinare pagina 8 di 40 art. 15 punto a): che cita testualmente: Precedenti esperienze nel settore forniture di derrate alimentari, nell’ultimo quinquennio (2012-2016) almeno n. 2 forniture analoghe, ciascuna per almeno tre anni solari nel quinquennio, anche non consecutivi, per conto di enti pubblici o privati, ciascuno di importo annuale non inferiore a € 350.000,00 (I.V.A. esclusa) annui, si comunica l’ errata corrige Allegato A punto 48 – Che le esperienze nel settore conseguite nel quinquennio 2012/2016 (pari ad almeno n. 2 servizi analoghi (anziché n. 3 servizi analoghi -refuso) in enti pubblici e/o aziende private, ciascuno di importo non inferiore ad €uro 350.000,00 annue, I.V.A. esclusa.
  7. in caso di partecipazione in ATI verticale la ditta Mandante che effettuerà la fornitura di aiuto cuoco deve compilare il Modulo A specificando al punto 1) la propria specifica attività differente da quella della Mandataria che effettuerà la fornitura di derrate alimentari
  8. All. A – elenco prodotti – Si evidenzia un’imprecisione nel riporto dei prodotti 314 e 315, panna vegetale e panna liquida da montare, poiché non sono stati ricompresi nel relativo parziale. Conseguentemente il nuovo parziale è il seguente: €. 23.366,36 anziché 22.502,18 – la differenza è pari a €. 864,1855
    LATTE – PANNA – YOGURT – DESSERT          
               
    LATTE FRESCO INTERO CF DA LT 4 PZ X 4 LT LT 0,69741 15.400,000 10.740,04
    LATTE FRESCO INTERO A. Q. LT 1 PZ X1 LT LT 0,69741 350,000 244,09
    LATTE P.S. UTH LUNGA CONS. LT 1 CT X 12 PZ PZ 0,62327 18.480,000 11.518,05
    PANNA VEGETALE X GASTRON. LT 1 CT X 12 PZ PZ 1,91627 240,000 459,91
    PANNA LIQ. DA MONTARE ZUCCH. LT 1 UTH CT X 12 PZ PZ 3,36900 120,000 404,28
    TOTALE PARZIALE       23.366,36
             

     

  9. Il punteggio relativo al criterio di valutazione della disponibilità di cucina alternativa per produzione pasti in caso di non utilizzabilità della struttura della Fondazione, di proprietà o in locazione, idonea sotto il profilo igienico sanitario e con capacità produttive in grado di soddisfare per intero le esigenze del servizio, sarà assegnato in base alla distanza dalla Fondazione come segue:Oltre i 40 Km: 0 puntida 20 a 40 Km: 2 puntiinferiore ai 20 Km: 3 puntiNel caso la disponibilità della cucina alternativa sia diversamente dislocata nel triennio, si precisa che saranno utilizzati i seguenti sub criteri di valutazione:
    distanza Per anno punteggio
    da 20 a 40 Km 1^ 0,66¯
    da 20 a 40 Km 2^ 0,66¯
    da 20 a 40 Km 3^ 0,66¯
    Inferiore a   20 Km 1^ 1
    Inferiore a 20 Km 2^ 1
    Inferiore a 20 km 3^

Concorsi e selezioni indetti

SELEZIONI E CONCORSI BANDO

MODULISTICA 

 SCADENZA

 

 

 
Avviso attivazione procedura di selezione aperta – per esami – ai fini dell’assunzione di n. 1 Esecutore Amministrativo (Cat. B posizione economica B.1 – CCNL Comparto Regioni e Autonomie Locali) a tempo pieno e determinato Avviso_1 Esecutore amm.vo TD Facsimile domanda esecutore amm.vo TD 31 maggio 2018 ore 12.30 
 Avviso attivazione procedura di selezione aperta – per esami – ai fini dell’assunzione di n. 4 Ausiliari Socio Assistenziali (Cat. B posizione economica B.1 – CCNL Comparto Funzioni Locali) a tempo determinato

AVVISO IMPORTANTE Posticipo date 4 Asa_TD_

Avviso 4 ASA TD Facsimile domanda 4ASA_TD  25 Giugno 2018 ore 12.30

TERMINE POSTICIPATO al 29 Giugno 2018 ore 12.30

 

Esiti selezioni e concorsi

ESITI SELEZIONI
Avviso attivazione procedura di selezione interna – per esami – ai fini dell’assunzione di n. 1 Esecutore amministrativo (Cat. B posizione economica B.1 – CCNL Comparto Regioni e Autonomie Locali) a tempo pieno e indeterminato Esito prova scritta_Esecutore amm.vo TI

Esito prova orale_Esecutore amm.voTI

Riepilogo esiti_Esecutore amm.co TI

Graduatoria finale_Esecutore amm.vo TI

 Avviso attivazione procedura di selezione aperta – per esami – ai fini dell’assunzione di n. 4 Ausiliari Socio Assistenziali (Cat. B posizione economica B.1 – CCNL Comparto Regioni e Autonomie Locali) a tempo determinato Esito orale 4 ASA TD

Riepilogo esiti_4 ASA TD

Graduatoria finale_4 ASA TD

 Avviso attivazione procedura di selezione aperta – per esami – ai fini dell’assunzione di n. 1 Esecutore Amministrativo (Cat. B posizione economica B.1 – CCNL Comparto Funzioni Locali) a tempo pieno e determinato  Esito prova scritta_esecutore amm.vo TD

Esito prova pratica_esecutore amm.vo TD

Esito prova orale_esecutore amm.co TD

Riepilogo esiti_esecutore amm.vo TD

Graduatoria finale_esecutore amm.vo TD

 
                               

Avvisi

 AVVISI  BANDO  SCADENZA
INDIZIONE PROCEDURA SELETTIVA PER LA FORMULAZIONE DI ELENCHI DA UTILIZZARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI IN REGIME LIBERO-PROFESSIONALE PER FISIOTERAPISTA DA DESTINARSI ALLA FONDAZIONE SANTA CHIARA CENTRO MULTISERVIZI PER LA POPOLAZIONE ANZIANA ONLUS  DI LODI – PER LE UNITA’ D’OFFERTA:  ADI-Servizi Domiciliari Territoriali e Centro Diurno Integrato. Avviso Fisioterapista LP

Modulo allegato A_Fisioterapista

ore 12.30 di mercoledì 27 Settembre 2017
AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA COMPARATIVA PER COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO IN REGIME LIBERO-PROFESSIONALE, CON LA QUALIFICA DI COORDINATORE INFERMIERISTICO, DA ASSEGNARE ALL’UNITA’ D’OFFERTA RSA DELLA FONDAZIONE SANTA CHIARA CENTRO MULTISERVIZI PER LA POPOLAZIONE ANZIANA ONLUS DI LODI – 24 ORE SETT.LI – PER LA DURATA DI UN ANNO. avviso procedura selettiva_coordinatore infermieristico

allegato_procedura coordinatore infermieristico

 

 ore 15.30 di lunedì 15 gennaio 2018

 

 AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA COMPARATIVA PER COLLOQUIO, PER LA COSTITUZIONE DI ELENCHI DI IDONEI DA UTILIZZARE PER IL IL CONFERIMENTO DI INCARICHI IN REGIME LIBERO-PROFESSIONALE PER: ASSITENTE SOCIALE, COORDINATORE INFERMIERISTICO, EDUCATORE PROFESSIONALE, FISIOTERAPISTA, GUARDIA MEDICA, INFERMIERI, LOGOPEDISTA, MEDICO FISIATRA, MEDICO GERIATRA, MEDICO UROLOGO, MUSICOTERAPEUTA, PSICOLOGO DA DESTINARSI  ALLA FONDAZIONE SANTA CHIARA CENTRO MULTISERVIZI PER LA POPOLAZIONE ANZIANA ONLUS PER LE UNITA’ D’OFFERTA (U.D.O.): RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE (RSA), CENTRO DIURNO INTEGRATO (CDI), ADI – SERVIZI DOMICILIARI TERRITORIALI.  Avviso procedura selettiva comparativa varie figure in libera professione

Facsimile domanda

 ORE 12.00 DI Venerdì 12 GENNAIO 2018
 AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA COMPARATIVA PER COLLOQUIO, PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI IDONEI DA UTILIZZARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI IN REGIME LIBERO-PROFESSIONALE PER LA FIGURA DI EDUCATORE PROFESSIONALE DA DESTINARSI  ALLA FONDAZIONE SANTA CHIARA CENTRO MULTISERVIZI PER LA POPOLAZIONE ANZIANA ONLUS PER LE UNITA’ D’OFFERTA (U.D.O.): RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE (RSA), CENTRO DIURNO INTEGRATO (CDI), ADI – SERVIZI DOMICILIARI TERRITORIALI.  Avviso_Educatore

Facsimile domanda

 ORE 12.00 di venerdì 1 GIUGNO 2018
 RACCOLTA DI CANDIDATURE AI FINI DEL CONFERIMENTO DI INCARICO COME DIRETTORE SANITARIO IN REGIME LIBERO-PROFESSIONALE  Avviso raccolta candidature_DS

Modulistica raccolta candidature DS

 ORE 12.30 di venerdì 13 luglio 2018

 

 

Avvisi Mobilità BANDO Scadenza

Albo Fornitori

ALBO FORNITORI DELL’ENTE

MODALITA’ ISCRIZIONE ALL’ALBO FORNITORI DELL’ENTE

La modalita’ per l’iscrizione all’Albo Fornitori della Fondazione e’ la seguente:

  • stampare e compilare il file ” Domanda di iscrizione all’albo fornitori  “
  • allegare la fotocopia del Documento di Identita’ in corso di validita’ del sottoscrittore
  • allegare la fotocopia del Certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. (oppure dichiarazione sostitutiva del certificato redatta ai sensi del D.P.R. 445/2000
  • inserire tutta la documentazione in un plico e recapitarlo al seguente indirizzo: Fondazione Santa Chiara – Via Paolo Gorini n. 48 – 26900 Lodi
  • il plico dovra’ recare all’esterno la dicitura “Richiesta di iscrizione all’albo fornitori della Fondazione Santa Chiara”
  • il plico potra’ essere recapitato direttamente a mano presso il Servizio Protocollo della Fondazione Santa Chiara in Via Paolo Gorini n. 48, piano primo (dal lunedi’ al venerdi’ dalle ore 9.00 alle ore 12.00),oppure inviato tramite il servizio postale o a mezzo corriere

 

elenco delle categorie merceologiche

Modulistica

MODULI GARA CONDIZIONAMENTO ALA EST –  4/4/2011

N. Totale delle domande in lista d’attesa 441

 

Alla Data del 15.06.2018

 

Criteri di composizione della lista d’attesa La lista d’attesa per l’ingresso nella RSA S. Chiara è strutturata sulla base di tre criteri definiti dal Consiglio d’amministrazione della Fondazione. Di seguito la descrizione sintetica dei criteri:

1.       La gravità clinico-funzionale definita attraverso l’attribuzione della classe Sosia.

2.       A parità di classe Sosia viene considerata la complessità della situazione sociale e il carico assistenziale del soggetto da inserire.

3.       A parità delle condizioni indicate al punto 1 e 2 si considera la domanda che ha una data di presentazione meno recente.

La lista d’attesa è inoltre suddivisa in base al genere e in base alla presenza di disturbi del comportamento che indirizzino verso l’accoglienza al nucleo Alzheimer

 

 

 

 

 

Accesso civico

Data di aggiornamento 18 luglio 2018

 

  1. ACCESSO CIVICO OBBLIGATORIO

Riferimenti Normativi (Accesso Civico “semplice”): art. 5, c.1, d.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii./art. 2 c.9 – bis, L. 241/1990

Chiunque ha il diritto di richiedere documenti, informazioni o dati oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente nei casi in cui le pubbliche amministrazioni ne hanno omesso la pubblicazione sul proprio sito web (art. 5, comma 1, del d.lgs. n. 33/2013).

L’accesso civico, quindi, è circoscritto ai soli atti, documenti e informazioni oggetto di obblighi di pubblicazione.

MODALITÀ PER L’ESERCIZIO DELL’ACCESSO CIVICO OBBLIGATORIO

La richiesta di accesso civico obbligatorio non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente, non deve essere motivata, è gratuita e va presentata al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza – Direttore Generale Dott.ssa Maria Rosa Bruno

L’istanza può essere trasmessa per via telematica, secondo le modalità previste dal d.lgs. 7 marzo 2005, n. 82 (CAD) e ss.mm.ii., compilando il Modulo accesso civico obbligatorio – formato pdf (91 Kb), ed inoltrandola al seguente indirizzo di posta elettronica: protocollo.fondazione-santchiara-lodi@legalmail.it .

Resta fermo che l’istanza può essere presentata anche a mezzo posta, fax o direttamente presso il servizio protocollo della Fondazione e che laddove la richiesta non sia sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore che va inserita nel fascicolo (at. 38 co. 1 e 3 del d.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445)

Nell’istanza è necessario identificare i dati, le informazioni o i documenti che si desidera richiedere. Ciò significa che eventuali richieste di accesso civico devono ritenersi inammissibili laddove l’oggetto della richiesta sia troppo vago da non permettere di identificare la documentazione richiesta, oppure laddove la predetta richiesta risulti manifestamente irragionevole.

Resta comunque ferma la possibilità per l’ente destinatario dell’istanza di chiedere di precisare la richiesta di accesso civico identificando i dati, le informazioni o i documenti che si desidera richiedere

In caso di accoglimento, l’amministrazione entro 30 giorni procede all’inserimento sul sito dei dati, delle informazioni o dei documenti richiesti e comunica al richiedente l’avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto richiesto nell’istanza presentata. Se il documento, l’informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, viene indicato al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.

Nei casi di ritardo, o di mancata risposta, è possibile presentare richiesta di riesame indirizzata al Presidente Geom. Luciano Bertoli, con le modalità suindicate.

Tutela dell’accesso: Contro le decisioni e contro il silenzio sulla richiesta di accesso connessa all’inadempimento degli obblighi di trasparenza il richiedente può proporre ricorso al giudice amministrativo entro trenta giorni dalla conoscenza della decisione dell’Amministrazione o dalla formazione del silenzio, ai sensi dell’articolo 116 del Codice del processo amministrativo del d.lgs. 2 luglio 2010, n. 104

 

  1. ACCESSO GENERALIZZATO

Riferimento Normativo (Accesso Civico “generalizzato”): art. 5, c.2, d.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii.

Chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall’art. 5 bis d.lgs. n. 33/2013. Tale tipologia di accesso è stata prevista con la finalità di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico (art. 5, comma 2, del d.lgs. n. 33/2013)

L’accesso generalizzato è, quindi, esercitabile relativamente ai dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli per i quali già sussiste uno specifico obbligo di pubblicazione.

MODALITÀ PER L’ESERCIZIO DELL’ACCESSO GENERALIZZATO

La richiesta di accesso civico generalizzato non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente, non deve essere motivata ed è gratuita. L’istanza può essere trasmessa per via telematica, secondo le modalità previste dal d.lgs. 7 marzo 2005, n. 82, e s. m., al seguente indirizzo di posta elettronica: protocollo.fondazione-santchiara-lodi@legalmail.it .

Si tratta di nuova forma di accesso civico ai dati e documenti pubblici, che consente ai cittadini di richiedere anche dati e documenti che le pubbliche amministrazioni non hanno l’obbligo di pubblicare.

I limiti per i quali l’accesso può essere rifiutato, limitato o differito sono previsti dall’art. 5-bis del decreto n. 33 ed oggetto di Linee Guida, attualmente in consultazione, dell’ANAC.

L’istanza va indirizzata, in alternativa:

– all’ufficio che detiene i dati, le informazioni o i documenti;

– all’Ufficio relazioni con il pubblico;

L’ufficio cui è indirizzata la richiesta di accesso generalizzato, se individua soggetti controinteressati è tenuto a dare comunicazione agli stessi.

Il procedimento di accesso civico deve concludersi con provvedimento espresso e motivato nel termine di trenta giorni (art. 5, c. 6, del d.lgs. n. 33/2013) dalla presentazione dell’istanza con la comunicazione del relativo esito al richiedente e agli eventuali soggetti controinteressati. Tali termini sono sospesi nel caso di comunicazione dell’istanza ai controinteressati durante il tempo stabilito dalla norma per consentire agli stessi di presentare eventuale opposizione (10 giorni dalla ricezione della comunicazione).

In caso di accoglimento, l’amministrazione provvede a trasmettere tempestivamente al richiedente i dati o i documenti richiesti.

In caso di diniego totale o parziale dell’accesso o di mancata risposta entro trenta giorni dalla presentazione della richiesta, l’istante può presentare domanda di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, che decide con provvedimento motivato entro il termine di venti giorni

L’istanza di riesame può essere trasmessa per via telematica, secondo le modalità previste dal d.lgs. 7 marzo 2005, n. 82, e s. m., inoltrandola al seguente indirizzo di posta elettronica: protocollo.fondazione-santchiara-lodi@legalmail.it .

L’istanza di accesso generalizzato può essere presentata anche a mezzo posta, fax o direttamente presso gli uffici. Gli indirizzi sono reperibili nella sezione Contatti/ Uffici

 

ALLEGATI

MOD1- ACCESSO CIVICO

MOD2 – ACCESSO GENERALIZZATO 

MOD3 COMUNICAZIONE AI SOGGETTI CONTROINTERESSATI 

 

 REGISTRO DEGLI ACCESSI (ex ART. 5. CO. 2 D.LGS. 33/2013 .s.m.i.)

Anno 2018

 

Data di presentazione Oggetto della richiesta Nome richiedente Presenza controinteressati Data atto Esito della richiesta
  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Adempimenti d.lgs. n. 33/2013 e ss.mm.ii.

Amministrazione trasparente

+39 0371/4031

REGOLAMENTI IN VIGORE PRESSO LA “FONDAZIONE SANTA CHIARA ONLUS ”
  1. REGOLAMENTO PER L’ESERCIZIO DI DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI AI SENSI DEL CAPO V DELLA LEGGE 241/1990 E DEL D.P.R. N. 352/1992 APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 16 DEL 08.03.2005 MODIFICATO  CON DELIBERAZIONE C.A. N. 25/2007 , ULTIMA REVISIONE C.A. N. 3/2008
  2. REGOLAMENTO PER L’ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI AI SENSI DELL’ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 2 DEL 17/03/2010
  3. REGOLAMENTO PER I LAVORI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA AI SENSI DELL’ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 3DEL 17/03/2010
  4. REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E CONTABILITA’ (AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N. 1/2003 E DEL REGOLAMENTO REGIONALE N. 11/2003) APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 21 DEL 16/03/2005 , MODIFICATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 9 DEL 2/4/2008
  5. REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LE PROCEDURE DI SELEZIONE DEL PERSONALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 22 DEL 16/03/2005
  6. REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE SELETTIVE INTERNE PER LA PROGRESSIONE INTERNE VERTICALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 26 DEL 30/03/2005, ULTIMA REVISIONE CON C.A. 26/2008
  7. REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 15 DEL 08/03/2005
  8. REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.74 DEL 23/12/2005
  9.  REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L’AGGIORNAMENTO DELL’INVENTARIO  APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.2  DEL 13/2/2008
  10.  REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI STUDIO, DI RICERCA, DI CONSULENZA E DI COLLABORAZIONE. APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.6  DEL 05/3/2008
  11.  REGOLAMENTO PER L’INSERIMENTO DI TIROCINANTI E/O STAGISTI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.2  DEL 14/1/2009
  12. REGOLAMENTO DEI  RAPPORTI TRA LA FONDAZIONE SANTA CHIARA ONLUS E LE PERSONE NON DIPENDENTI CHE PRESTANO LA LORO OPERA ASSISTENZIALE E NON ASSISTENZIALE ALL’INTERNO DELLA STRUTTURA APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.10  DEL 11/3/2009
  13. CODICE ETICO DELLA FONDAZIONE SANTA CHIARA ONLUS APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.1  DEL 17/3/2010
    PIANO DI COINVOLGIMENTO DEI FAMILIARI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.4  DEL 17/3/2010
REGOLAMENTI IN VIGORE PRESSO LA “FONDAZIONE SANTA CHIARA ONLUS”:
  1. REGOLAMENTO PER L’ESERCIZIO DI DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI AI SENSI DEL CAPO V DELLA LEGGE 241/1990 E DEL D.P.R. N. 352/1992 APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 16 DEL 08.03.2005 MODIFICATO  CON DELIBERAZIONE C.A. N. 25/2007 , ULTIMA REVISIONE C.A. N. 3/2008
  2. REGOLAMENTO PER L’ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI AI SENSI DELL’ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 2 DEL 17/03/2010
  3. REGOLAMENTO PER I LAVORI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA AI SENSI DELL’ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 3DEL 17/03/2010
  4. REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E CONTABILITA’ (AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N. 1/2003 E DEL REGOLAMENTO REGIONALE N. 11/2003) APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 21 DEL 16/03/2005 , MODIFICATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 9 DEL 2/4/2008
  5. REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LE PROCEDURE DI SELEZIONE DEL PERSONALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 22 DEL 16/03/2005
  6. REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE SELETTIVE INTERNE PER LA PROGRESSIONE INTERNE VERTICALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 26 DEL 30/03/2005, ULTIMA REVISIONE CON C.A. 26/2008
  7. REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 15 DEL 08/03/2005
  8. REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.74 DEL 23/12/2005
  9.  REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L’AGGIORNAMENTO DELL’INVENTARIO  APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.2  DEL 13/2/2008
  10.  REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI STUDIO, DI RICERCA, DI CONSULENZA E DI COLLABORAZIONE. APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.6  DEL 05/3/2008
  11.  REGOLAMENTO PER L’INSERIMENTO DI TIROCINANTI E/O STAGISTI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.2  DEL 14/1/2009
  12. REGOLAMENTO DEI  RAPPORTI TRA LA FONDAZIONE SANTA CHIARA ONLUS E LE PERSONE NON DIPENDENTI CHE PRESTANO LA LORO OPERA ASSISTENZIALE E NON ASSISTENZIALE ALL’INTERNO DELLA STRUTTURA APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.10  DEL 11/3/2009
  13. CODICE ETICO DELLA FONDAZIONE SANTA CHIARA ONLUS APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.1  DEL 17/3/2010
    PIANO DI COINVOLGIMENTO DEI FAMILIARI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.4  DEL 17/3/2010
REGOLAMENTI IN VIGORE PRESSO L’A.S.P. “SANTA CHIARA”
  1. REGOLAMENTO PER L’ESERCIZIO DI DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI AI SENSI DEL CAPO V DELLA LEGGE 241/1990 E DEL D.P.R. N. 352/1992 APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 16 DEL 08.03.2005 MODIFICATO  CON DELIBERAZIONE C.A. N. 25/2007 , ULTIMA REVISIONE C.A. N. 3/2008
  2. REGOLAMENTO PER L’ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI AI SENSI DELL’ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 2 DEL 17/03/2010
  3. REGOLAMENTO PER I LAVORI DA ESEGUIRSI IN ECONOMIA AI SENSI DELL’ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E S.M.I. APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 3DEL 17/03/2010
  4. REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E CONTABILITA’ (AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N. 1/2003 E DEL REGOLAMENTO REGIONALE N. 11/2003) APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 21 DEL 16/03/2005 , MODIFICATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 9 DEL 2/4/2008
  5. REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LE PROCEDURE DI SELEZIONE DEL PERSONALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 22 DEL 16/03/2005
  6. REGOLAMENTO SULLE PROCEDURE SELETTIVE INTERNE PER LA PROGRESSIONE INTERNE VERTICALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 26 DEL 30/03/2005, ULTIMA REVISIONE CON C.A. 26/2008
  7. REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N. 15 DEL 08/03/2005
  8. REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.74 DEL 23/12/2005
  9.  REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L’AGGIORNAMENTO DELL’INVENTARIO  APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.2  DEL 13/2/2008
  10.  REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI STUDIO, DI RICERCA, DI CONSULENZA E DI COLLABORAZIONE. APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.6  DEL 05/3/2008
  11.  REGOLAMENTO PER L’INSERIMENTO DI TIROCINANTI E/O STAGISTI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.2  DEL 14/1/2009
  12. REGOLAMENTO DEI  RAPPORTI TRA L’ASP SANTA CHIARA E LE PERSONE NON DIPENDENTI CHE PRESTANO LA LORO OPERA ASSISTENZIALE E NON ASSISTENZIALE ALL’INTERNO DELLA STRUTTURA APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.10  DEL 11/3/2009
  13. CODICE ETICO DELL’AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA SANTA CHIARA APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.1  DEL 17/3/2010
  14. PIANO DI COINVOLGIMENTO DEI FAMILIARI APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.A. N.4  DEL 17/3/2010
  • "Qui mi sento a casa, protetta e accudita"
    Angela L. Ospite

Crediamo nella qualità dei servizi

Chiamaci (+39) 0371/4031 o scrivici tramite il form di contatto..